Roma: un convegno contro gli hacker – 18 luglio 2011

Si è tenuto il 18 luglio 2011i il convegno organizzato dalla polizia postale e delle comunicazioni sulla sicurezza delle reti informatiche. Il capo della Polizia Antonio Manganelli ha concluso l’incontro collegandosi in videoconferenza da Houston. “La sicurezza è un valore aggiunto per le grandi aziende” ha detto il Prefetto. Contrastare il crimine, anche quello internazionale “Significa riuscire a rendere più solida questa barriera costruita negli anni. È importante- ha ricordato Manganelli- spostare l’attenzione sul mondo virtuale sempre più abitato e ricco di cose produttive e ricco di insidie”. All’appuntamento dal tema “il valore della sicurezza delle reti nel network delle grandi aziende nell’era della globalizzazione” hanno partecipato i responsabili di grandi aziende che forniscono servizi primari al Paese. Poliziotti e manager aziendali, prendendo spunto da un’operazione di polizia che ha individuato una rete internazionale di hacker che ha portato attacchi ad enti ed istituzioni pubbliche italiani, hanno ragionato sulle strategie preventive e le tecniche di intervento per proteggere infrastrutture vitali per il funzionamento della nazione.

Precedente Linpus porta Ice Cream Sandwich su netbook e notebook Successivo Lastest Spam It News

2 thoughts on “Roma: un convegno contro gli hacker – 18 luglio 2011

  1. nanumpa il said:

    Si chiamano “Cracker” quelli che voi definite “Hacker”.

  2. leoneblu1 il said:

    salve carissima poliziadistato , vovevo dirvi che quelli che voi dite hacker non sono coloro che entrano , violano , distruggono siti web , quelli che fanno danni si chiamano cracker ad esempio syber janki e un cracker . ci sono 3 tipi di persone informatiche , hacker , cracker , lamer , hacker aiuta e contribuisce ne siti a sviluppare cose nuove ; cracker viola siti e fà danni , lamer sono dei ragazzini che si divertono a creare virus ecc..

I commenti sono chiusi.